L’avvocato californiano accetta Bitcoin per la campagna elettorale

Il democratico rappresenta il 35° distretto congressuale della California ed è professionalmente attivo come imprenditore di successo e avvocato specializzato nella tecnologia e nel diritto di Internet. Gagnier ha detto che alcuni elettori si sono avvicinati a lei e le hanno chiesto sempre più spesso se accetta anche Bitcoin. Lei è stata lieta di ottemperare e la decisione della FEC (Commissione elettorale federale) di accettare Bitcoin come donazione è arrivata appena in tempo.

Is alcuni elettori si sono avvicinati a lei e le hanno chiesto sempre più spesso se anche lei ha accettato Bitcoin. È stata lieta di aderire e la decisione della FEC (Commissione elettorale federale) di accettare il Bitcoin come donazione è arrivata appena in tempo.

Gagnier: “La mia campagna elettorale mira ad incontrare i miei elettori così come sono ora. Mi piace anche guidare ai miei elettori e chiedere loro dove posso aiutarli o cercare di includerli nelle mie campagne attraverso l’accettazione di Bitcoin”.

Per lanciare l’iniziativa, Bitcoin trader ha stretto una partnership con Coinbase

Innovazione contro la regolamentazione. Secondo Bitcoin trader, i politici che parlano pubblicamente delle loro esperienze positive con le valute digitali possono accelerare e consolidare l’accettazione da parte del pubblico. Ritiene inoltre che il Congresso abbia bisogno di rappresentanti per portare il progresso tecnologico alle autorità di regolamentazione del paese.

“La tecnologia influenza e influenzerà ogni settore industriale”, dice Gagnier, riferendosi al problema costante che la tecnologia Bitcoin è sempre più veloce della legge. “Con un congresso di membri provenienti da contesti diversi, saremo in grado di costruire un regolamento che sia pratico e vantaggioso per una vasta gamma di settori industriali”.

Gagnier è co-fondatore dell’azienda tecnologica Gagnier Margossian LLP. È anche direttore generale di JobScout, una piattaforma online dove le persone in cerca di lavoro possono migliorare le loro capacità di candidatura.

Dice che vorrebbe che le valute digitali aiutino le piccole imprese a rimanere competitive, ma questo richiede maggiore chiarezza e un unico insieme di regole:

“Se ogni stato ha le proprie leggi che si occupano del trasferimento di denaro e ora gli stati iniziano a redigere le proprie leggi Bitcoin per regolare il Bitcoin, questo porta a grande confusione tra coloro che vogliono accettare il Bitcoin. Una linea guida unica e un quadro giuridico coerente sarebbero molto utili”.

Il nuovo contesto elettorale

Gagnier è ora uno dei tanti deputati che sostengono pubblicamente Bitcoin. Una manciata di deputati stanno già accettando Bitcoin per le campagne a piedi.

Con la comparsa del sostegno pubblico e la nuova linea guida della FEC che ha ufficialmente permesso a Bitcoin di donare per scopi politici, BitPay ha annunciato alcune nuove partnership per rendere ancora più facile per i politici accettare Bitcoin. Il processore di pagamento si è fuso con CoinVox, NGP VAN e Targeted Victory. Tutte e tre le aziende offrono supporto nella conduzione di campagne elettorali.

Bitcoin Investment supera già del 30% l’anno precedente

Il capitale di rischio investito in Bitcoin nel 2014 supera già del 30% il capitale totale dell’anno precedente (27 milioni di USD). Nel 2014, finora sono stati investiti 113,2 milioni di dollari in nuove società Bitcoin. Si tratta già di 88 milioni di USD in più rispetto al 2013. 2,1 milioni di USD sono stati investiti in start-up Bitcoin nel 2012.

Capitale di rischio Investimento in Bitcoin code

Bitcoin code Investimento. Misurato dal numero di investimenti in Bitcoin, 500 startup sono state quelle che hanno avuto più successo. L’azienda ha investito in 5 startup. Bitcoin Opportunity Fund, Tim Draper e Crypto Currency Partners hanno anche effettuato 2 investimenti ciascuno.

La maggior parte degli investimenti Bitcoin sono confluiti nelle borse valori. Con 7 investimenti, sono stati in grado di atterrare circa 21 milioni di dollari USA. Misurato dal numero di Bitcoin Investments, i fornitori di servizi finanziari e i processori di pagamento possono aspettarsi il 2° posto.

Gli investitori Bitcoin più attivi

Investitori BitcoinInvestitori BitcoinInvestitori. Misurato in termini di volume d’investimento, tuttavia, i processori di pagamento sono in testa con 31 milioni di dollari USA. I fornitori di servizi di portafoglio, le società minerarie e le borse commerciali sono in ritardo di circa 21 milioni di dollari.

BitPay ha ottenuto la fetta più grande della torta con un record di 30 milioni di dollari nel mese di maggio. Il processore di pagamento ha ricevuto anche 2,1 milioni di USD Bitcoin Investment lo scorso anno. Peter Thiels Founders Fund, Sir Richard Branson e il co-fondatore di Yahoo Jerry Yang sono stati coinvolti nel round di investimenti. Tony Gallippi, CEO di BitPay, ha sottolineato che il nuovo capitale sarà utilizzato per ridimensionare le operazioni.

Forse come segno della rapida crescita dell’ecosistema Bitcoin, l’investimento può essere visto in due nuove startup all’altra estremità del sistema. BitFury, con un investimento di Bitcoin di 20 milioni di dollari, rappresenta una parte importante dell’infrastruttura Bitcoin: minatori ASIC estremamente veloci. Xapo ha ricevuto una partecipazione quasi uguale in Bitcoin Investent. L’azienda ha promesso a Bitcoin di elaborare in futuro le transazioni tramite carte di debito e di sviluppare portafogli con uno standard di sicurezza più elevato.

Queste cinque società hanno ricevuto la maggior parte dell’investimento di Bitcoin, 97 milioni di dollari, pari all’84%.

La più grande tornata di investimenti Bitcoin
Volume degli investimenti Bitcoin Nonostante la crescita di Bitcoin a livello globale, gli Stati Uniti sono chiaramente il favorito per le nuove start-up. Circa 172 milioni di USD dell’investimento totale di Bitcoin sono stati investiti in società situate negli Stati Uniti, ovvero circa il 75% del volume totale.

Le cifre mostrano chiaramente che le start-up di Bitcoin attirano sempre più venture capitalist. Mentre la tendenza continua e sempre più flussi di capitale umano e finanziario nel settore Bitcoin, si può presumere che i “poliziotti” di Bitcoin continueranno ad avere ragione di rallegrarsi.