Bitcoins sfida 2016: 100 milioni di utenti

Michael Jackson è un ex COO di Skype, un venture capitalist con Mangrove Capital Partners e un membro del consiglio di amministrazione di Blockchain, fornitore di Bitcoin Wallet.

Descrive perché è così importante che nel 2016 vengano sviluppate interessanti applicazioni e servizi per rendere Bitcoin attraente per gli utenti di tutto il mondo e confermare il valore della tecnologia. Espositore

Investimento: la libertà finanziaria non è una questione di crypto trader reddite

Io stesso ho dimostrato più e più volte questa prova solo negli ultimi 10 anni…… e ho già aiutato innumerevoli investitori privati in tutto il mondo a vivere in libertà finanziaria di crypto trader. La mia scommessa: https://www.onlinebetrug.net/it/crypto-trader/ 3.000 capitale di partenza è sufficiente a farne 1 milione di euro in pochi anni.

In qualità di tecnologo, ingegnere e ora partner di Mangrove Capital Partners, penso spesso a come gli sviluppi trasformativi influenzano il mio ambiente. Nella mia carriera ho osservato come il World Wide Web abbia fornito informazioni nascoste al mondo intero.

Non ci sono molte tecnologie rivoluzionarie e sono molto rare, quindi è importante essere al momento giusto. Al momento è quasi impossibile entrare in un’azienda FinTech senza sentire parlare della catena di blocco.

La catena di blocchi è onnipresente e, come molti lettori sanno, purtroppo spesso frainteso. Solo per dire che un’azienda può utilizzare la catena a blocchi non significa nulla. Le aziende si sforzano di costruire relazioni a lungo termine con i loro utenti e le loro comunità. Si può avere una buona squadra con un prodotto pessimo o un’idea brillante, ma una cattiva esecuzione. Il successo richiede energia fresca e costante, strategia, resistenza e visione. E, cosa ancora più importante, è necessario un prodotto che le persone apprezzano molto.

Le aziende Bitcoin e Blockchain devono prima concentrarsi sulla risoluzione dei problemi e poi sviluppare un software che soddisfi i loro consumatori.

Come COO di Skype, sono stato in prima linea nel più grande salto di qualità nel settore delle telecomunicazioni. È interessante notare che la maggior parte delle persone non sanno nemmeno che quasi tutte le telefonate sono già VoIP. La commutazione dei fili di rame è avvenuta sullo sfondo. I telefoni e le loro interfacce sono cambiati, ma il desiderio umano per le telecomunicazioni è rimasto. La connessione peer to peer consente di comunicare con la semplice pressione di un pulsante e quasi gratuitamente.

Lo stesso vale immediatamente per le transazioni elaborate attraverso la catena di blocco Bitcoin

Come con la tecnologia VoIP, ci vuole tempo perché Bitcoin e la catena a blocchi siano accettati. Ma questo sta già accadendo. Succede proprio come nell’industria delle comunicazioni sullo sfondo. Proprio come oggi tutti i call center utilizzano la procedura VoIP, ad un certo punto le transazioni saranno gestite sempre più attraverso la catena di blocco e assumeranno la supremazia.

Nonostante i nostri lenti progressi, abbiamo qualcosa di prezioso. Non riesco a ricordare un sistema di back-end che funzionava 7 anni, 365 giorni all’anno 24/7 senza problemi. La catena a blocchi Bitcoin ha dimostrato la sua resistenza. Una rapida occhiata alle statistiche mostra che l’intera rete sta chiaramente maturando.

Negli ultimi mesi l’hashrate della rete Bitcoin è triplicato a 650.000.000.000 GH/s. La crescita degli utenti è anche molto impressionante.

Secondo le informazioni pubblicamente disponibili, ci sono già più di 10 milioni di Portafogli Bitcoin. Tuttavia, la statistica più significativa è probabilmente quella del volume delle transazioni: il numero di transazioni è passato da 80.000 a più di 200.000 al giorno ed è in costante crescita.

Forche dure – Profitto attraverso la selezione dei nomi

“Free Money” è anche una parola d’ordine per un altro fenomeno: Hard Fork, in realtà un termine per un aggiornamento del protocollo che non è compatibile verso il basso, è attualmente percepito solo come una spaccatura a catena – e di conseguenza molti pensano solo al denaro libero.

Questo è dove si deve avviare la macchina di marketing di Bitcoin evolution!

Naturalmente le forchette rigide possono avere senso. Infine, sono anche un aspetto importante della Bitcoin evolution. Se avete sempre nuove idee per una certa catena di blocchi, potete proporle rapidamente al mercato. Nessuna proposta decisa a livello centrale, nessuna rete di prova seguita da pochissimi appassionati di crittografia, ma il mondo reale e il mercato reale decidono sulle innovazioni del protocollo.

Tuttavia, è un problema che anche qui si pratica una sorta di crittografia equivalente per l’hacking della crescita. Forchette che si basano su grandi valute o si adornano con i loro nomi come fare uso dell’associazione con la valuta originale cripto. Ciò assume caratteristiche grottesche quando una moneta non ha nulla a che fare con il codice di chi dà il nome o quando, contrariamente alle misure di sicurezza richieste della moneta originale, la rivendicazione di monete sulla forchetta è motivata. Abbinato ad annunci, questo può garantire una pompa adeguata.

Annunci – Pump through Annunci
Ma cosa succede se hai già una moneta all’esterno e vuoi entrare nell’illustre club dei primi 100? Richiede quindi aggiornamenti di protocollo meno interessanti, come la scalatura fuori catena delle transazioni – che è troppo lontano nel pensiero.

Il mercato della crittografia è veloce e nervoso

Molti investitori non comprano e vendono sulla base di un protocollo scalabile o di una fantastica esperienza utente, ma a causa di notizie evidenti. E sono veloci da portare: Le partnership, (presunti) ex dipendenti di grandi aziende che aderiscono al progetto, le quotazioni in borsa o altri annunci sono da tempo un mezzo efficace per suscitare l’interesse degli acquirenti.

Le partnership sono sempre una bella cosa. Se questi sono reali o più di labiale servizio è secondario. È importante che il nome della moneta crypto sia accanto a qualsiasi altro progetto. Cinismo a parte: le partnership con Microsoft, BMW, BMW, SAP o aziende simili sono certamente una pietra miliare. Troppo spesso, tuttavia, ricorda il servizio a parole che i rappresentanti delle grandi imprese rendono alla cultura delle start-up. Tuttavia, non sono state create grandi innovazioni grazie a joint venture con start-up. Fino a quando una partnership non è legata a un obiettivo concreto, è prima di tutto una pura pausa pubblicitaria.

Anche i marchi sono spesso una cosa del tutto comprensibile. Rivedere la user experience di tutti i prodotti, ridisegnare il logo come parte di un riorientamento degli obiettivi del progetto, elaborare una nuova roadmap, magari anche per cambiare il nome – tutto comprensibile. Ma spesso si fa finta che un rebrand è un grande evento che aumenterà drasticamente il valore di una moneta criptata. Lo stesso vale qui come nel caso delle partnership: senza, ad esempio, un miglioramento della funzionalità, si ha a che fare solo con una pompa a breve termine.

Probabilmente il mio problema con le partnership e rebrands è l’inflazione negli annunci che ci sono attualmente di valute cripto. Le partnership sono annunciate (ma non menzionate), viene annunciato un rebrand, viene annunciata una quotazione in borsa, sì, viene annunciato un annuncio – e il mercato sta attraversando.

Per cui la forma corretta sarebbe quella del passato. Mentre la gente ha reagito nervosamente ad ogni annuncio all’inizio dell’anno, il mercato è di nuovo un po’ più calmo.

L’avvocato californiano accetta Bitcoin per la campagna elettorale

Il democratico rappresenta il 35° distretto congressuale della California ed è professionalmente attivo come imprenditore di successo e avvocato specializzato nella tecnologia e nel diritto di Internet. Gagnier ha detto che alcuni elettori si sono avvicinati a lei e le hanno chiesto sempre più spesso se accetta anche Bitcoin. Lei è stata lieta di ottemperare e la decisione della FEC (Commissione elettorale federale) di accettare Bitcoin come donazione è arrivata appena in tempo.

Is alcuni elettori si sono avvicinati a lei e le hanno chiesto sempre più spesso se anche lei ha accettato Bitcoin. È stata lieta di aderire e la decisione della FEC (Commissione elettorale federale) di accettare il Bitcoin come donazione è arrivata appena in tempo.

Gagnier: “La mia campagna elettorale mira ad incontrare i miei elettori così come sono ora. Mi piace anche guidare ai miei elettori e chiedere loro dove posso aiutarli o cercare di includerli nelle mie campagne attraverso l’accettazione di Bitcoin”.

Per lanciare l’iniziativa, Bitcoin trader ha stretto una partnership con Coinbase

Innovazione contro la regolamentazione. Secondo Bitcoin trader, i politici che parlano pubblicamente delle loro esperienze positive con le valute digitali possono accelerare e consolidare l’accettazione da parte del pubblico. Ritiene inoltre che il Congresso abbia bisogno di rappresentanti per portare il progresso tecnologico alle autorità di regolamentazione del paese.

“La tecnologia influenza e influenzerà ogni settore industriale”, dice Gagnier, riferendosi al problema costante che la tecnologia Bitcoin è sempre più veloce della legge. “Con un congresso di membri provenienti da contesti diversi, saremo in grado di costruire un regolamento che sia pratico e vantaggioso per una vasta gamma di settori industriali”.

Gagnier è co-fondatore dell’azienda tecnologica Gagnier Margossian LLP. È anche direttore generale di JobScout, una piattaforma online dove le persone in cerca di lavoro possono migliorare le loro capacità di candidatura.

Dice che vorrebbe che le valute digitali aiutino le piccole imprese a rimanere competitive, ma questo richiede maggiore chiarezza e un unico insieme di regole:

“Se ogni stato ha le proprie leggi che si occupano del trasferimento di denaro e ora gli stati iniziano a redigere le proprie leggi Bitcoin per regolare il Bitcoin, questo porta a grande confusione tra coloro che vogliono accettare il Bitcoin. Una linea guida unica e un quadro giuridico coerente sarebbero molto utili”.

Il nuovo contesto elettorale

Gagnier è ora uno dei tanti deputati che sostengono pubblicamente Bitcoin. Una manciata di deputati stanno già accettando Bitcoin per le campagne a piedi.

Con la comparsa del sostegno pubblico e la nuova linea guida della FEC che ha ufficialmente permesso a Bitcoin di donare per scopi politici, BitPay ha annunciato alcune nuove partnership per rendere ancora più facile per i politici accettare Bitcoin. Il processore di pagamento si è fuso con CoinVox, NGP VAN e Targeted Victory. Tutte e tre le aziende offrono supporto nella conduzione di campagne elettorali.

Bitcoin Investment supera già del 30% l’anno precedente

Il capitale di rischio investito in Bitcoin nel 2014 supera già del 30% il capitale totale dell’anno precedente (27 milioni di USD). Nel 2014, finora sono stati investiti 113,2 milioni di dollari in nuove società Bitcoin. Si tratta già di 88 milioni di USD in più rispetto al 2013. 2,1 milioni di USD sono stati investiti in start-up Bitcoin nel 2012.

Capitale di rischio Investimento in Bitcoin code

Bitcoin code Investimento. Misurato dal numero di investimenti in Bitcoin, 500 startup sono state quelle che hanno avuto più successo. L’azienda ha investito in 5 startup. Bitcoin Opportunity Fund, Tim Draper e Crypto Currency Partners hanno anche effettuato 2 investimenti ciascuno.

La maggior parte degli investimenti Bitcoin sono confluiti nelle borse valori. Con 7 investimenti, sono stati in grado di atterrare circa 21 milioni di dollari USA. Misurato dal numero di Bitcoin Investments, i fornitori di servizi finanziari e i processori di pagamento possono aspettarsi il 2° posto.

Gli investitori Bitcoin più attivi

Investitori BitcoinInvestitori BitcoinInvestitori. Misurato in termini di volume d’investimento, tuttavia, i processori di pagamento sono in testa con 31 milioni di dollari USA. I fornitori di servizi di portafoglio, le società minerarie e le borse commerciali sono in ritardo di circa 21 milioni di dollari.

BitPay ha ottenuto la fetta più grande della torta con un record di 30 milioni di dollari nel mese di maggio. Il processore di pagamento ha ricevuto anche 2,1 milioni di USD Bitcoin Investment lo scorso anno. Peter Thiels Founders Fund, Sir Richard Branson e il co-fondatore di Yahoo Jerry Yang sono stati coinvolti nel round di investimenti. Tony Gallippi, CEO di BitPay, ha sottolineato che il nuovo capitale sarà utilizzato per ridimensionare le operazioni.

Forse come segno della rapida crescita dell’ecosistema Bitcoin, l’investimento può essere visto in due nuove startup all’altra estremità del sistema. BitFury, con un investimento di Bitcoin di 20 milioni di dollari, rappresenta una parte importante dell’infrastruttura Bitcoin: minatori ASIC estremamente veloci. Xapo ha ricevuto una partecipazione quasi uguale in Bitcoin Investent. L’azienda ha promesso a Bitcoin di elaborare in futuro le transazioni tramite carte di debito e di sviluppare portafogli con uno standard di sicurezza più elevato.

Queste cinque società hanno ricevuto la maggior parte dell’investimento di Bitcoin, 97 milioni di dollari, pari all’84%.

La più grande tornata di investimenti Bitcoin
Volume degli investimenti Bitcoin Nonostante la crescita di Bitcoin a livello globale, gli Stati Uniti sono chiaramente il favorito per le nuove start-up. Circa 172 milioni di USD dell’investimento totale di Bitcoin sono stati investiti in società situate negli Stati Uniti, ovvero circa il 75% del volume totale.

Le cifre mostrano chiaramente che le start-up di Bitcoin attirano sempre più venture capitalist. Mentre la tendenza continua e sempre più flussi di capitale umano e finanziario nel settore Bitcoin, si può presumere che i “poliziotti” di Bitcoin continueranno ad avere ragione di rallegrarsi.